Greenergy 2010

GRANDE SUCCESSO PER GREENERGY EXPO, ENERSOLAR+, PV TECH E INVEX
Comunicato 177/10
(25/11/2010)

La kermesse fieristica sulle energie rinnovabili si è conclusa con un bilancio molto positivo: è stata infatti visitata da circa 30.000 operatori provenienti da 74 Paesi. Il prossimo appuntamento è dal 16 al 19 novembre 2011, sempre nel quartiere espositivo di fieramilano, Rho.

link

Greenergy 2010 »

iTempco

E’ online una nuova “app” gratuita su iTunes Store, dedicata all’energia termica: iTempco.

Si tratta di un’applicazione per iPhone, sviluppata da Action, pensata per supportare nel lavoro di ogni giorno tecnici e progettisti, per la conversione delle unità di misura più utilizzate e per una prima valutazione dell’impatto sonoro di un impianto ex300 .

L’applicazione offre, per quello che concerne la N10-005 misurazione del rumore, valori attendibili, ma non utilizzabili per certificazioni.

Il convertitore, simile a molti altri già presenti, consente di inviare i dati convertiti direttamente via email per un semplice utilizzo copia/incolla.

Scarica subito l’applicazione iTempco.

iTempco »

Il biodiesel nella cogenerazione

Anche in Italia stanno prendendo piede gli impianti di cogenerazione che utilizzano biodiesel come combustibile.

Agli innumerevoli aspetti positivi legati alle energie rinnovabili, fanno riscontro, problemi gestionali degli impianti, legati alla natura stessa di questo combustibile le cui proprietà fisiche  ne determinano una viscosità ed una consistenza alle basse temperature, per certi versi problematica.

Infatti già a 20°C questo combustibile è impossibile da utilizzare, presentandosi in forma gelatinosa, quindi veicolabile con pompe volumetriche, ma sicuramente non gestibile dagli impianti di iniezione presenti sui motori. Per poterlo utilizzare quindi bisogna arrivare ad almeno una temperatura di 40°C.

La soluzione a questo problema è di due tipi:

  • doppia alimentazione, con partenza del motore a gasolio e switch ad olio di palma a motore caldo, riscaldando l’olio di palma stesso con acqua dei jacket
  • preriscaldo elettrico dei serbatoi di stoccaggio del combustibile

Esistono soluzioni attuali che consentono di gestire il motore con alimentazione diretta ad olio di palma; questi nuovi sistemi infatti hanno un preriscaldamento rapido di tipo elettrico ed un secondo step di riscaldamento a scambiatore, con recupero del calore del motore, tramite spillamento di acqua calda dai jacket.

Il biodiesel nella cogenerazione »

Energia termica dai fumi esausti

La produzione di energia termica da fumi esausti, trova ampia applicazione negli impianti di cogenerazione con motori endotermici, dove il semplice inserimento di uno scambiatore fumi/acqua, permette di produrre acqua calda, sfruttando il calore dei fumi di combustione del motore.

Esistono poi tutta una serie di applicazioni dove si possono realizzare recuperi energetici altrettanto interessanti, utilizzando altre tipologie di scambiatore.

(more…)

Energia termica dai fumi esausti »

Impianti di cogenerazione a ciclo Rankine

ORC acronimo di Organic Rankine Cycle: questo è il nome emergente dei cicli di  cogenerazione.

Partiti qualche anno fa per impianti di grandi dimensioni, negli ultimi mesi sta ricevendo un impulso notevole grazie allo sviluppo tecnologico di sistemi a microturbina, che unitamente ad elevati rendimenti, consentono buoni ritorni di investimento

(more…)

Impianti di cogenerazione a ciclo Rankine »

Biogas, syngas, biomasse, cogenerazione e fonti rinnovabili

Si parla sempre più spesso di fonti rinnovabili e di cogenerazione, allo scopo di produrre energia elettrica/termica da fonti alternative.

In Italia sono già diverse le centrali a biomasse, con produzione di energia termica/elettrica da cippato di legno, pollina e similari.

Si sono sviluppati e continua a crescere anche il numero di impianti funzionanti a biogas, derivato da discariche, liquami, scaduti ecc…

Una nuova frontiera che appare sempre più interessante, è quella segnata dal syngas, gas di sintesi, derivato dalla dissociazione molecolare attuata sui rifiuti.

Per tutte queste applicazioni, esistono ovviamente i sistemi per il recupero o la dissipazione dell’energia termica. Gli ultimi due necessitano inoltre di adeguati impianti per il trattamento dei gas (biogas o syngas che sia), prima di inviarlo ai cogeneratori.

Biogas, syngas, biomasse, cogenerazione e fonti rinnovabili »

Scambiatori a piastre per teleriscaldamento

Negli impianti di teleriscaldamento è generalizzato l’utilizzo degli scambiatori di calore a piastre, sia nelle centrali di produzione dell’energia o di cogenerazione, che nelle sottostazioni locali dove viene utilizzata l’energia prodotta.

Solitamente nelle centrali di produzione si utilizzano scambiatori a piastre ispezionabili, per via della maggiori capacità termiche richieste, mentre nelle sottostazioni locali, la scelta può essere in opzione con scambiatori ispezionabili oppure con scambiatori saldobrasati.

Mentre un tempo la scelta propendeva per la soluzione ispezionabili, adducendo motivi di manutenzione e possibilità di ampliamento future, gli impianti di ultima  70-680 generazione prevedono l’impiego di scambiatori saldobrasati.

I motivi che favoriscono questa scelta sono principalmente i seguenti:

  • maggiore resistenza meccanica alle pressioni
  • nessuna necessità di manutenzione, i circuiti sono sigillati, quindi esenti da sporcamento
  • nessuna necessità di implementazione o potenziamento futuro,1z0-051  solitamente le sottostazioni sono dimensionate per la potenza richiesta
  • assenza di problemi di perdite da guarnizioni usurate
  • maggiore compettezza

Le sottostazioni di teleriscaldamento (district units), sono poi corredate da una serie di apparecchiature accessorie, che le rendono delle vere e proprie caldaie, dove il fluido riscaldante non è più la fiamma generata dal bruciatore, ma l’acqua surriscaldate messa a disposizione dalla centrale.

E’ estremamente importante il sistema di gestione e misurazione dell’energia consumata, infatti mentre nel classico impianto a gas, abbiamo il contatore di metano consumato, in questo caso l’energia va quantificata in base alla portata di acqua e la differenza di temperatura tra ingresso ed uscita della stessa dalla sottostazione.

Scambiatori a piastre per teleriscaldamento »

Definizione di Energia Termica

Mi sembrava opportuno inserire in un sito di questo tipo, una definizione didattica dell’energia termica

Definizione di Energia Termica »

Web Project: Action!